fbpx

Progetto Tramonti, Francesco Accardo: «Sto già pensando al prossimo viaggio nel Mediterraneo».

Ce lo aveva promesso quando lo abbiamo sentito al telefono e Francesco Accardo è tornato a Radio Base per raccontarci il suo viaggio in bici dalla Sardegna alla Norvegia con il Progetto Tramonti.

«E’ stato particolarmente interessante [vivere l’Europa in uno stato di semi apertura, ndr], perché ogni Paese ha regole diverse. Per esempio in Francia c’era il coprifuoco, ma i negozi erano tutti chiusi. Più salivo più le regole cambiavano. In Svezia non c’era l’obbligo delle mascherine, mentre la Norvegia non fa entrare nessuno nel suo territorio», ci ha raccontato Francesco.

Proprio queste misure ristrettive della Norvegia non hanno permesso ad Accardo di completare il suo itinerario, ma ciò nonostante i tramonti vissuti sono stati tanti così come gli incontri:

«Ricordo un incontro che ho fatto in un paesino della Francia dove, dopo una lunga pedalata in salita, mi passa davanti un camioncino guidato da una ragazza che mi offre un passaggio. Lei quel passaggio non me lo poteva dare, perché stava lavorando, ma non ha esitato a fare la cosa giusta. Questo mi ha fatto pensare a quella sottile linea che c’è tra la legge scritta e quella morale», ha detto ancora Francesco.

Il viaggio è finito da poco, ma Francesco Accardo sta già pensando alle nuove avventure, non senza prima andare ad Oslo e completare il suo “Progetto Tramonti 2”.

Articoli più recenti

Articoli Correlati